Lago Toba colori

Lago Toba magia verde

Lago Toba magia verde, quando l’Indonesia riesce a regalare angoli inaspettati.

Questo immenso lago si è formato dopo l’eruzione di un super vulcano circa 70-78 000 anni fa, ritenuta una delle più catastrofiche. Nella scala Volcanic Explosivity Index viene classificata con una magnitudo di 8°. L’eruzione durò diverse settimane e alla fine l’intera regione collassò, lasciando un immenso cratere che si riempì d’acqua con al centro una montagna che attualmente raggiunge i 1600 metri di altitudine.

lago toba le origini dell’umanità

La teoria Toba sostiene che questa terribile eruzione avrebbe oscurato con le sue ceneri il sole su buona parte del pianeta. Causando un abbassamento delle temperature globali, che relegò il mondo a un inverno vulcanico della durata di circa 6 anni, creando un così detto collo di bottiglia evolutivo. La teoria di Toba spiegherebbe la grande varietà degli esseri umani nonostante la nostra diversità genetica relativamente bassa. Sembra che gli esseri umani siano sopravvissuti al collo di bottiglia in diverse tasche isolate, emigrando quando il clima e altri fattori erano tornati favorevoli. Dall’ Africa hanno migrato verso L’ Indocina, Australia e in Medio Oriente. L’Europa è stata popolata da flussi migratori dall’Asia centrale alla fine dell’ultima era glaciale quando le condizioni climatiche sono diventate più miti.

Sono comparse differenze nel colore della pelle, dovute a livelli variabili di melanina adattati alle variazioni locali dell’intensità dei raggi UV. In breve, se siamo ciò che siamo oggi, sarebbe anche grazie a questo evento, perché tutti gli esseri umani nonostante una apparente varietà, discendono da un piccolo gruppo di poche migliaia di individui.

Questa incredibile evento naturale ha forse cambiato per sempre l’uomo.

Sicuramente ha lasciato in regalo all’umanità un luogo meraviglioso e unico al mondo, il Lago Toba e l’isola di Samosir.

sumatra lago Toba

come arrivare al lago toba

La cittadina di Parapat è l’accesso principale all’isola di Samosir. Si trova a 175 chilometri sud di Medan, che in Indonesia equivalgono a circa quattro/cinque ore di viaggio. Parapat è raggiungibile con auto privata che è sicuramente il mezzo più veloce, in autobus o bemo. Potete prendere un treno che serve Medan-Pematang Siantar, quindi un autobus che con altre due ore arriva fino a destinazione.

Da Parapat ci sono diversi traghetti fino a Tuktuk, di solito attraccano direttamente al molo dei principali hotel e guest house.

Io sono arrivata a Parapat da Berastagi, facendo diverse visite interessanti lungo la strada

Samosir l’isola verde

Questo è un luogo di primati mondiali e forse ha davvero dato vita all’umanità per come la conosciamo noi. Il lago Toba è il lago vulcanico più vasto del mondo e Samosir con ben 630 chilometri quadrati è l’isola più grande all’interno di un lago e la quinta isola lacustre più grande del mondo. 

Nell’isola ci sono due laghi, il Sidihoni e il Aek Natonang e diverse cascate. L’isola è collegata alla terraferma nella parte occidentale da uno stretto istmo che collega la città di Pangururan a Tele.

dove soggiornare a samosir

Lo avete capito tutti che noi abbiamo un debole per Sumatra, nell’Indonesia ancora poco contaminata da un turismo occidentale. Da queste parti il viaggio risulta spesso scomodo e lungo, ma Samosir offre diversi alloggi e warung nel villaggio di Tuktuk o nel meno frequentato Tongging.

Quasi tutte le strutture turistiche sono affacciate sul lago e ricordano le abitazioni tradizionali dei batak, in particolare nel tipico tetto. Se volete sapere di più sull’architettura e cultura dei batak leggete la mia pagina speciale su Sumatra.

come spostarsi a samosir

A Samosir ci si rilassa ammirando i bellissimi panorami del lago, ma venire fino qua e non andare in giro alla scoperta di questi luoghi sarebbe un vero peccato.

L’isola è bellissima da vedere, è possibile farlo alla maniera indonesiana prendendo bemo o angkot, minivan che percorrono l’intero tratto costiero passando da tutti i villaggi. O scegliere di fare come noi e noleggiare uno scooter, ricordando che per fare questo serve la patente internazionale.

La leggenda del lago toba

Tanti anni fa questa zona era costituita da montagne e valli con un piccolo fiume e un villaggio, dove viveva un giovane pescatore di nome Toba. Un giorno il giovane andò al fiume per pescare e prese un pesce molto grosso. Con orgoglio guardò il pesce e decise di tornare a casa, ma il pesce gli parlò: Non portarmi a casa tua per mangiarmi, tienimi in una vasca e lasciami li tre giorni.

Il pescatore sorpreso decise di fare ciò che il pesce parlante gli aveva chiesto, dopo tre giorni tornò e trovò una bella ragazza con i capelli lunghissimi.

Chi sei e cosa fai qui, chiese, sono Nauli una principessa dell’acqua, mandata da Dio per diventare umana. Toba si innamorò della ragazza e i due decisero di sposarsi. La ragazza chiese una promessa; Qualunque cosa accadrà alla nostra famiglia non dirai mai a nessuno che sono stata un pesce, se romperai questa promessa tornerò alla mia vita nell’acqua.

padan : la promessa

Si sposarono e vissero felici dedicandosi all’agricoltura, ebbero un figlio a cui dettero il nome di Samosir. Un giorno Samosir fece cadere per terra il pranzo che doveva portare al padre intento a lavorare nei campi, il ragazzo raccolse il cibo e lo portò lo stesso al padre. Toba vide il cibo sporco di terra e si arrabbiò molto e disse al figlio “sei un bambino cattivo nato da un pesce “. Samosir piangendo andò dalla madre che gli disse che era vero. Nauli divenne molto triste perché Toba aveva infranto la promessa e lei doveva tornare ad essere un pesce, iniziò a pregare e allora Dio fece piovere tantissimo, inondando tutta l’area che divenne l’immenso lago Toba, e l’altopiano diventò l’isola di Samosir.

Nella loro estrema semplicità le leggende indonesiane raccontano sempre delle grandi verità. Una Promessa (Padan: in lingua Batak) è una parola importante che non deve mai essere infranta

lago toba cosa vedere

Samosir nuvole e lago

Villaggio di Tomok :

Un complesso di tombe megalitiche della cultura Toba Batak di oltre 450 anni, tra le quali la famosa tomba del re Sidabutar, uno dei re batak più potenti perché seconda la leggenda possedeva poteri soprannaturali.

Nel villaggio di Tomok esistono ancora le case di legno dai caratteristici tetti di paglia a forma di sella, fatti di fibra di palma (chiamata ijuk).

Siallagan Ambarita :

Dove si trova il monumento del re Siallagan e le leggendarie sedie di pietra. Questo villaggio è uno dei siti culturali più importanti del Lago Toba. Ci sono diverse case caratteristiche e uno spiazzo principale conosciuto come Huta Siallagan dove si trovano:

La tomba di Laga Siallagan, il primo re di Ambarita, le sedie in pietra usate dal re Siallagan, che decapitava e cannibalizzava i criminali. La tavola delle esecuzioni in pietra dove gli esecutori tagliavano la testa ai criminali

Simanindo :

A Simanindo ci sono diverse case tradizionali batak ben conservate e ricche di decori, tra tutte spicca la casa del capo tribù di Raja Sidauruk, oggi trasformata in un museo e luogo dove si svolgono gli spettacoli di marionette sigalegale.

Molte case batak Toba sono decorate con curiosi simboli di seni femminili e gechi detti cicak. Il seno simboleggia la fertilità, mentre i gechi garantiscono la protezione della casa, invece la testa del bufalo d’acqua denotando prosperità per gli abitanti.

geco e seni

La casa Batak Toba ha tre zone distinte. La zona inferiore è un’area di lavoro e viene spesso usata come recinto per gli animali. La zona sopra è la casa della famiglia, accessibile tramite una scala, l’interno è una lunga stanza scarsamente illuminata priva di divisioni.

L’ultimo piano alto è la parte più importante dell’abitazione, dove sono conservati i cimeli di famiglia e i santuari ancestrali.

batak toba la musica nel sangue

I batak toba sono famosi per il loro carattere forte e schietto, non amano i giri di parole e vanno dritti al punto. Grazie alla loro cultura danno molta importanza all’istruzione e molti di loro diventando personaggi di rilievo occupando posizioni importanti in politica, polizia, esercito, amministratori pubblici o potenti uomini d’affari. I Toba Batak sono grandi amanti della musica e del canto, hanno una grande vitalità, voglia di vita e divertimento e hanno diffuso in tutto il paese le loro caratteristiche canzoni, che io personalmente trovo irresistibili.

UNA NATURA MERAVIGLIOSA

La cultura del batak è molto interessante e sono felice di essere arrivata fin qui per poterla vedere, ma come spesso accade in questo paese è la natura che mi conquista.

Pochi luoghi incantano quanto il grande lago Toba, ci si sente avvolti da una magia verde, da panorami quasi primordiali. Ho seguito la costa disegnandola per aria con un dito, inseguito con lo sguardo una grande aquila che volava dietro le vette. Scrutato il placido lago alla ricerca di pescatori che navigavano in piccole canoe intagliate in un tronco d’albero. Sono rimasta incantata di fronte a un alba che colorava di rosso questo incredibile angolo di mondo, dove io spero di ritornare ancora.

8 commenti

  1. Martina Curra'

    Adoro questo blog perchè mi consente di immergermi in posti e culture così lontane dalla mia quotidianità! Il lago Toba e l’isola di Samosir sembra un luogo incantato anche a me piacerebbe tantissimo andarci un giorno, chissà 🙂

  2. Eliana

    Conoscevo la teoria del Toba ma non ho mai letto nessun articolo riguardo al Lago specificatamente fino ad oggi. Come sempre mi dai spunti davvero arricchenti! Da scienziata naturale devo proprio visitare questo luogo così importante!

  3. Libera

    Ma è uno spettacolo questo lago, ci fai scoprire sempre dei luoghi così incontaminati da far venire voglia di preparare immediatamente la valigia.

  4. Claudia

    Questo lago e tutta la zona circostante simboleggia proprio l’Indonesia come me la immagino: verde, selvaggia, autentica! Chissà che emozione poterlo visitare di persona e perdersi qui per qualche giorno!

Lascia il tuo commento