Bali cerimonie ragazze balinesi

Nomi balinesi tra rituali e caste

Nomi Balinesi e le caste di appartenenza

Le caste di appartenenza

L’antico ordine sociale tra i regni indù di Bali era basato su quattro caste che derivavano dall’India.

La casta dei sacerdoti e dei maestri i Brahman

I Satria la casta dei guerrieri e dei re.

Wesya la casta dei mercanti

Queste erano le tre caste superiori, considerate l’aristocrazia.

Infine il 90% della popolazione apparteneva alla casta inferiore, quella dei contadini e artigiani, i Sudra.

A Bali questo ordine sociale esiste ancora oggi, tutti appartengono ufficialmente a una di queste quattro caste, ma non ha più il significato di un tempo

Ma il sistema delle caste è ancora essere osservato nella scelta dei nomi, e nel modo in cui viene usata la lingua balinese.

Nomi Balinesi

A Bali anche i nomi non sono scelti a caso, I nomi dei balinesi seguono un preciso rituale, basato sulle caste di appartenenza e al numero dei figli.

Questa è una delle cose più curiose di Bali, i nomi dei figli non sono casuali, non derivano da un antenato e non vanno a gusto personale, come facciamo in occidente, ma sono dati in base all’ordine di nascita.

  • Il primogenito si chiama Wayan,usati anche Putu o Gede
  • Made o kadek i nomi dei secondogeniti
  • Nyoman Komang sono i terzogeniti
  • Il quarto si chiama Ketut.

Non importa il sesso, i nomi maschili o femminili sono ugualila distinzione tra i due sessi si fa mettendo

  • Ni prima del nome se è femmina – Ni Wayan
  • I prima del nome se è un maschio –  I Wayan

Nel caso in cui ci siano più di quattro figli, e a Bali non è certo una rarità, si ricomincia dall’inizio, spesso aggiungendo al nome Balik che signifa altro.

Il quinto figlio perciò si chiamerà Wayan Balik, ovvero un altro Wayan.

Come se questo non bastasse a complicare le cose ci si mette la casta di appartenenza, infatti, a seconda della casta si possono avere nomi diversi:

  • Gusti Agung, Anak Agung,  per la casta dei Satria
  • Dewa, Sang, Gusti per la casta Wesya
  • Ida Bagus, per il maschio e Ida Ayu, per la femmina, nella casta dei Bramini.
  • I Sudra invece non possiedono alcun titolo con cui far iniziare i loro nomi

A Bali spesso vengono usati soprannomi e i balinesi amano farsi chiamare anche con nomi di origine occidentale e italiana.

Bali è originale anche in questo e ovunque in Indonesia o nel mondo, riconoscerete sempre un balinese dal suo nome.

Bali e balinesi preghiere al tempio

31 Dicembre

Non stupitevi, se chiedendo la data di nascita a persone dai cinquanta anni in su, in molti vi risponderanno che sono nati il 31 dicembre.

Non è un caso, in passato, quando nei lontani villaggi isolati nasceva un bimbo, era molto difficile fare una denuncia di nascita all’anagrafe, e i figli spesso non erano denunciati.

All’epoca, nei villaggi si viveva seguendo il ritmo delle stagioni e degli eventi naturali, e i genitori ricordavano la nascita come: Il mese che ha piovuto molto, o quando il vulcano fumava, o prima del raccolto del riso.

A tale scopo, il governo, aveva messo in atto un sistema di registrazione anagrafica automatica. Che avveniva al momento che un bimbo andava a scuola, o che da adulto richiedeva un documento, registrando tutti al 31 dicembre del possibile anno di nascita.

Bali e L’Indonesia hanno sempre in serbo mille piccoli segreti e curiosità .

Logo Indonesia con Bru

Lascia il tuo commento