Western Australia il giallo dei pinnacoli

I Pinnacoli

I pinnacoli nel deserto del Nambung National Park e altre attrazioni da non perdere, nella seconda tappa del mio On the road in Western Australia.

Leggi anche la mia prima tappa a Perth

Yanchep National Park

L’emozione immensa del mio primo incontro con un canguro l’ho avuta all’entrata del parco Yanchep, una splendida femmina che aveva nel marsupio il suo piccolo. Il Yanchep è un parco molto bello con diversi sentieri da trekking, dove vi troverete a stretto contatto con tantissimi canguri in libertà. Ha anche una zona paludosa, dove poter ammirare colorati uccelli acquatici. Il biglietto d’ingresso è ad auto (non a persona) e permette di entrare nello stesso giorno anche al deserto dei pinnacoli.

Australia canguro e cangurino

cosa vedere al yanchep

Il parco è grande e ben organizzato, con parcheggio, aree picnic e barbecue, panche dove sedersi. Per vederlo tutto occorre un’intera giornata, chi come me vuole inserire nello stesso giorno anche la visita ai pinnacoli, deve scegliere i circuiti con le attrazioni preferite, percorrendo uno dei nove sentieri, immersi nella selvaggia natura australiana e tanti animali in libertà.

  •  Grotta di cristallo e Grotta di Cabaret 
  • Passerella di Koala 
  • Luogo d’incontro Wangi Mia  
  •  Treetops Avventura Yanchep 

La mia prima scelta è il sentiero del koala, questi buffi animali sono in assoluto i miei preferiti, è pura emozione vederli appallottolati tra i rami degli alberi a pochi metri da me.

australia il koala

Continuo la camminata verso il lago, dove tantissimi uccelli acquatici sguazzano indisturbati e poi come per magia mi trovo contornata da canguri di tutte le dimensioni, alcuni quasi più alti di me!

le bianche dune di Lancelin

Immaginate un immensa distesa di alte dune bianche come neve che si gettano fino in mare, questo tratto di costa ha panorami veramente bellissimi. Lancelin è una sosta perfetta per chi vuole provare a fare il sand board, basta noleggiare una tavola e lanciarsi giù dalle bianchissime dune.

Io preferisco farle a piedi e mi diverto come una bambina a salire e scendere a piedi dalle dune, perdendomi tra il bianco accecante della sabbia che contrasta con il verde trasparente del mare.

Prima di partire da Lancelin è obbligo una fermata in uno dei locali vista dune, dove mangiare il primo di una lunga serie di fish and chips. Uno dei piatti nazionali Australiani, che da queste parti cucinano particolarmente bene

I pinnacoli del Nambumg National Park

Lo ammetto! Uno dei motivi che mi fatto scegliere il Western Australia è stata proprio quella di vedere il Nambung National Park e il deserto dei pinnacoli. Una antichissima foresta pietrificata che spunta da un deserto, dove ocra giallo e arancio, sono i colori predominanti. Entro usando lo stesso biglietto del yanchep, sono emozionata perché finalmente posso vedere questo luogo così a lungo sognato.

Un’area immensa costellata da rocce di varie dimensioni, alcune piccole e altre alte diverse metri, il colore che cambia di tonalità a ogni passo. Lo stupore immenso di trovarsi in un luogo unico, in uno dei tanti misteri della natura.

Impossibile non scattare foto a raffica e rimanere incantati da questo luogo fantastico che ha superato di gran lunga ogni mia aspettativa.   

deserto dei pinnacoli come arrivare

Il deserto dei Pinnacoli si trova a circa 200 chilometri a Nord di Perth. La cittadina più vicina dove soggiornare è Cervantes, famosa per le sue prelibate ( e care ) aragoste, che si trova a circa 20 chilometri dall’entrata del parco. Non è possibile raggiungere i pinnacoli con i mezzi pubblici ma se non volete affittare un auto è possibile fare dei tour giornalieri in partenza da Perth.

Ho scelto di soggiornare proprio a Cervantes, al Windbreak bed & breakfast, una bellissima camera con bagno privato e squisita colazione, preparata dalla gentilissima proprietaria inglese.

Come si è formato il deserto dei pinnacoli

Il posto è talmente unico che non me ne sarei più andata e ho cercato di fare tutte le attività proposte. Assolutamente da fare la visita per apprendere la formazione delle rocce al museo Pinnacles Desert Discovery Interpretive Hall.

Perché la prima domanda che mi sono fatta è stata, ma come si è formato il deserto dei pinnacoli ?

Questo spettacolo è un regalo della natura, sono formazioni calcaree che potrebbero essersi formate fino a 500.000 anni fa grazie alla calcarenite aeroliana, carbonato di calcio soffiato dal vento, che è stato prodotto dalla combinazione di vento, pioggia e l’agente cementante del calcio. L’erosione ha modellato le rocce calcaree, creando delle strutture colonnari che con il tempo sbriciolandosi hanno formato questa particolarissima sabbia.

leggende aborigene

Sapete che sono una grande appassionata di leggende, ci sono molte leggende e miti su questo luogo sacro, sembra che gli aborigeni evitassero i pinnacoli poiché pensavano che fossero fantasmi fossilizzati.

cosa vedere

È possibile visitare il Parco Nazionale di Nambung e il Deserto dei Pinnacoli in qualsiasi momento della giornata anche se al tramonto diventa davvero spettacolare.

* L’importante e uscire dal parco entro le 21:00.

Ovviamente ho fatto entrambi i percorsi: Il Desert View Walk Trail, il facile percorso a piedi e il Drive Trail, un percorso ad anello di circa 4 chilometri.

pinnacoli in auto

Sono entrambi belli, io personalmente ho adorato poter camminare tra queste incredibili sculture naturali.

La seconda tappa del viaggio on the road nel Western Australia, finisce di fronte a un buonissimo piatto del pescatore in una osteria di Cervantes.

Domani mi aspettano nuove avventure

5 commenti

  1. Eliana

    Li ho visti per la prima volta nel programma Alle Falde del Kilimanjaro e ho avuto modo di leggere alcuni articoli scientifici a riguardo… Che dire, sono una vera meraviglia della natura! Bello ritrovarli sul tuo blog 😀

  2. Julia

    Non sapevo di questi pinnacoli. L’Australia deve essere davvero un posto incredibile, mi piacerebbe tantissimo poterla visitare. Mi leggo un po’ di articoli e salvo il blog!
    Grazie

  3. Alessandra

    Che posti straordinari. Belli i pinnacoli…. ma i koala??? Che amori!! Devono essere morbidissimi!! Chissà che emozione vederli da vicino.

  4. Lisa Trevaligie Travelblog

    ma che posto straordinario! Non avevo mai sentito parlare dei pinnacoli sai, ne tanto meno di questa zona così particolare. Mi piacerebbe vederli dal vivo.

Lascia il tuo commento