Sumatra

Una grande isola , parchi naturali , specie rare e mare meraviglioso

Geografia

Sumatra è la sesta isola del pianeta, con una superficie di circa 470.000 km² ed è la terza isola più grande dell’arcipelago Indonesiano dopo Nuova Guinea e Borneo,si allunga per circa 1750 km ed è attraversata dall’equatore.

A sudest di Sumatra si trova l’isola di Giava, da cui è separata dallo stretto della sonda,a nord vi è la penisola Malese da cui è separata dallo stretto di Malacca

La spina dorsale dell’isola è costituita dalla catena montuosa dei Monti Barisan , le frequenti attività vulcaniche hanno reso i terreni di quest’area particolarmente fertili e hanno creato scenari naturali molto spettacolari, come il lago Toba , che è la più grande caldera vulcanica del mondo.

La cui creazione fu a suo tempo determinata da un’eruzione catastrofica da aver generato una vera e propria glaciazione planetaria.

L’isola, situata nella Cintura di fuoco, è una delle zone più sismiche al mondo.

I grandi fiumi trasportano detriti dalle montagne verso est, formando vaste pianure intramezzate da frequenti paludi, che ne limitano la potenzialità agricola.

Quest’isola è comunque di grande importanza per l’Indonesia, per via delle attività di estrazione petrolifera e per la coltivazione delle palme, da cui si ricavano grandi quantità di olio .

Fino a qualche anno fa , Sumatra era quasi interamente ricoperta da foreste tropicali abitate da specie animali rare come gli oranghi, i tapiri, le tigri di Sumatra, nonché alcune specie vegetali uniche, come la Rafflesia , lo sviluppo economico e il disboscamento selvaggio hanno minacciato seriamente questo ecosistema.

Economia

Molto consistenti sono le esportazioni di gas e petrolio, la cui produzione è pari ai ¾ del totale indonesiana , vengono anche esportati gomma e olio di palma , tabacco, palme da cocco, tè e soprattutto caucciù.

Sumatra è inoltre famosa per il pepe nero , tra le risorse naturali il carbone e l’oro

Storia

Uno dei primi nomi con cui Sumatra venne indicata nell’antichità fu Suvarna Dvipa (Isola dell’Oro).

Probabilmente per via dell’attività estrattiva di minerale aurifero iniziata sin da tempi remoti .

Grazie alla sua collocazione strategica sulla rotta commerciale tra la Cina e l’India, sull’isola fiorirono numerose città commerciali, specialmente sulla costa orientale perlopiù influenzate dalla cultura e dalle religioni Indiane.

Una delle più notevoli fra queste città fu senza dubbio Srivijaya (l’odierna Palembang), che dette vita ad una monarchia buddhista che tra il VII ed il IX secolo d.C.

L’influenza di Srivijaya diminuì fino a sparire del tutto nel corso dell’XI secolo, quando l’isola venne successivamente conquistata dai regni giavanesi

Fu in questo periodo che l’Islam giunse a Sumatra, probabilmente portato dai mercanti Arabi ed Indiani.

Durante il tardo XIII secolo il monarca del regno di Samudra (odierna provincia di Aceh) si converti all’Islam Ibn Battuta che visitò il regno durante i suoi famosi viaggi, trascrisse la pronuncia come Sumatra, da cui derivò il nome odierno dell’isola.

Il periodo coloniale iniziò per Sumatra con l’arrivo dei Portoghesi nel sec. XVI , seguì un lungo periodo di dominazione da parte della compagnia olandese delle indie orientali (dalla metà del sec. XVII alla fine del XVIII) sotto il quale l’isola prosperò.

Occupata dalle truppe giapponesi (1942-45)dopo la liberazione Sumatra entrò a far parte dell’Indonesia.

Sumatra è amministrativamente suddivisa in dieci province, che sono:

  • Aceh – capitale: Banda Aceh
  • Bangka-Belitung – capitale: Pangkal Pinang
  • Bengkulu – capitale: Bengkulu
  • Isole Riau – capitale: Tanjung Pinang
  • Jambi – capitale: Jambi
  • Lampung – capitale: Bandar Lampung
  • Riau – capitale: Pekanbaru
  • Sumatra Occidentale (Sumatera Barat) – capitale: Padang
  • Sumatra Meridionale (Sumatera Selatan) – capitale: Palembang
  • Sumatra Settentrionale (Sumatera Utara) – capitale: Medan

Sumatra è densamente popolata , circa 45 milioni di abitanti in un territorio grande poco più di una volta e mezza l’Italia, i maggiori centri urbani sono Medan e Palembang.

La popolazione è di origine mista perlopiù di etnia malese e cinese , nell’isola si parlano ben cinquantadue lingue.

La maggior parte degli abitanti di Sumatra sono musulmani, ma non mancano minoranze cristiane , cattoliche e protestanti induiste e buddhiste.

Arte

Il patrimonio artistico dell’isola documenta manifestazioni create nel corso di duemila anni, dall’attività megalitica alla seconda metà del primo millennio, tra le più particolari espressioni dell’arte indigena ci sono i sarcofagi dal lagoToba, caratteristici dell’arte monumentale dei Batak.

Gli sviluppi degli stili ornamentali curvilinei derivati dalla cultura dei metalli di Dong Son, la copertura a tetti  delle case, riccamente scolpite e colorate, dei Toba e dei Karo , alle singolari tecniche decorative dei tessuti .

Nei  parchi  naturali di Sumatra è possibile osservare la Rafflesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...