Chi sono Io – vi racconto di me

Indonesia con Bru – chi sono io ? in questa pagina vi racconto di me, la mia grande passione per i viaggi e vi spiego cosa è una travel designer

Bru a Penida, il vento tra i capelli
Bru a Penida, il vento tra i capelli

Io sono Bru 

Mi piace viaggiare e se potessi starei sempre in viaggio, in questo sono instancabile e molto coerente.

A scuola ho studiato storia dell’arte e del costume, negli ultimi anni mi sono appassionata sempre di più a questa materia, se potessi tornare a scuola approfondirei lo studio della geografia e dell’antropologia.

Mi piacerebbe conoscere tutto sui popoli e le etnie, soprattutto quelle Asiatiche, la storia e i costumi, le tradizioni e religioni, è una materia molto vasta e io sono solo all’inizio di questo lunghissimo cammino che forse non porterò mai a termine.

Con questo sito vorrei trasmettervi un poco di questa mia passione, portarvi con me alla scoperta di antiche credenze, di popoli che fino a pochi decenni fa erano tagliatori di teste o cannibali, di villaggi ancora autentici, poco intaccati dal turismo.

Nell’Indonesia autentica e immutata negli anni, solo conoscendo questi popoli potrete fare un viaggio e capire veramente cosa state vedendo.

Oltre i popoli ovviamente L’Indonesia è anche natura, immensa, prorompente, esuberante, e a volte distruttiva.

In viaggio mi piace assaggiare il cibo locale ma evito accuratamente scarafaggi e vermiciattoli vari, cane ( eh si, avete letto bene, in alcune isole si mangia anche il cane) o altri animali protetti.

Mi piace tantissimo scattare fotografie, tutte quelle che trovate su questo sito sono foto mie ( *solo pochissime sono prese in rete. )

Sono contraddittoria in quasi tutto quello che riguarda la mia vita;

Ho una grande immenso amore per il mare ma per rigenerami preferisco essere circondata dal verde della natura.

Mi piace il caldo sole tropicale, ma quando le temperature si fanno roventi divento insofferente, sbuffo e borbotto che vorrei vivere in Canada o in Alaska.

Potrei stare ore in un mercato locale ma odio i supermercati e i negozi in generale.

Amo la moda, ma da sempre vesto in maniera molto semplice e informale, e in viaggio uso da tanti anni sempre gli stessi capi di abbigliamento.

La passione per i popoli e le antiche culture mi porta a volerne conoscere le lingue e gli idiomi, purtroppo ho pochissima memoria, sono svogliata e mi distraggo facilmente, questo comporta grosse difficoltà nello studio e apprendimento di una nuova lingua, malgrado questo mio grosso handicap, riesco da sempre a farmi capire e a “parlare” con chiunque.

Il mio cuore e la mia testa sono sempre in giro per il mondo, ma la mia Toscanità è evidente con tutti i pregi e difetti che comporta, diretta, schietta e sincera, non amo i giri di parole e la falsità e non sopporto i luoghi comuni e gli stereotipi.

Preferisco stare con persone che non si prendono troppo sul serio e che hanno voglia di vivere con leggerezza.

Non chiedetemi il perché, ma ho una vera magnetica attrazione verso i vulcani.

Non sono super coraggiosa, ma in viaggio adoro sfidarmi, mi piace proprio tanto andare all’avventura, preferendo luoghi sconosciuti, lontani e scomodi, ad altri famosi comodi e modaioli.

Proprio nei luoghi più impensati e all’apparenza insignificanti ho provato le mie più grandi emozioni. Per me viaggiare è arricchire la mente e il cuore, non mi piacciono i viaggi troppo frettolosi e non smanio per vedere sempre tutto, preferisco godere di piccoli momenti.

Io ho scelto di dire no ai grandi tour operator internazionali, al viaggio preconfezionato e privo di personalità.

Negli ultimi anni ho rinunciato anche al total fai da te, preferendo incentivare il lavoro della popolazione locale, guide e driver del posto, affidandomi a tutta la conoscenza e amore che hanno verso il loro paese.

Viaggiare fa parte di me, l’ho attaccato alla pelle, prometto solennemente che smetterò, ma solo il giorno che non proverò più stupore per ogni piccola cosa che incontro nel mio cammino. 

Sono una “Travel Designer “ un nuovo modo di viaggiare al passo con i tempi.

Prima di tutto sono una Viaggiatrice e viaggio per il gusto di farlo .

Per diventare Travel Designer non esistono scuole corsi o libri, il viaggio è stata la mia unica scuola e ho percorso moltissima strada prima di diventarlo, oltre a tanta esperienza come viaggiatore, occorre avere anche tanto amore e passione da trasmettere agli altri.

La mia è sempre stata un’anima da artista, sono curiosa e attenta nell’ osservare i particolari e riesco a catturare l’essenza di ogni luogo.

Amo il mondo e ovunque è la mia casa, non ho confini e disegno viaggi per qualsiasi luogo.

Per molti posti sono più specializzata, vivendo in Asia ho la possibilità di dare informazioni reali e sempre aggiornate , conosco guide, alberghi, percorsi migliori, trasferimenti e problematiche degli spostamenti.

Amo ogni particolare di un viaggio, la natura, il mare, i monumenti, l’arte e i siti archeologici e metto sempre a disposizione tutto il mio bagaglio di esperienza diretta senza tralasciare nulla.

Tutto quello che conosco è al servizio del viaggiatore, anche quello che scrivo in questo sito vuole essere di aiuto e supporto.

Disegno itinerari partendo dalle esigenze di un viaggiatore per aiutarlo a organizzare vere esperienze di viaggio su misura

Cosa Non è un Travel designer

Non sono un agente di viaggio, lascio questo difficile mestiere ai professionisti, ne conosco molti e se ne avete bisogno per acquistare i vostri voli o altri servizi vi posso indirizzare a loro.

Non sono una travel blogger anche se scrivo su questo sito, dove di solito documento solo quello che ho realmente visto e provato di persona.

Non vendo viaggi e soprattutto Non vendo pacchetti da catalogo, Non sono nemmeno un corrispondente locale.

Non Vendo Viaggi ma Aiuto i Viaggiatori a Realizzare i propri Sogni  

Con chi Collaboro

Collaboro con professionisti del settore, qualificati e seri agenti di viaggio che si appoggiano a me per informazioni dettagliate e consigli logistici.
Con viaggiatori a cui offro informazioni dettagliate e aggiornate e consigli logistici per ottimizzare il loro viaggio

Bru viaggio ad Alor, la sua luce
Bru viaggio ad Alor, la sua luce
Bru e Gat – La nostra scelta di Vita

Il Gat ovvero Mauro, l’uomo che ho accanto e che riesce sempre a sorprendermi.

Sono stata io a trascinarlo nel mio mondo fatto di forum di viaggi e viaggiatori, nella mia Asia, dove Lui non voleva venire e invece poi, ha finito per innamorarsene.

Ma è Lui che ha ideato e orchestrato tutta questa avventura e mi ha trascinato in questa nuova vita .

Ecco la nostra storia …

Bru e Gat - la nostra storia
Bru e Gat – la nostra storia

Per ogni Fine c’è sempre un Inizio – Agosto 2014

Cosa vi manca a voi due ? voi si che sapete come si vive ! eccoli, quelli che sono sempre in giro per il mondo.

Queste sono solo qualcuna, delle tante frasi che ci siamo sentiti dire nel corso dei nostri anni insieme.

Devo ammettere che la nostra non è certo stata una brutta vita, che abbiamo sempre cercato di fare quello che ci piaceva di più, rinunciando volentieri ad altre cose .

Concentravamo tutti i nostri sogni e risparmi, in quel grande meraviglioso imbuto che si chiama viaggiare !

Eh sì, il Viaggiare, questa grande e potente magia, che ti entra dentro sempre di più …

La nostra vita di tutti i giorni non era certo bella e avventurosa come i nostri viaggi, era abbastanza piatta e ripetitiva, uscivamo da casa al mattino presto per ritornare la sera tardi, sempre di corsa e sempre la stessa routine, in attesa della tanta sognata futura fuga dalla realtà, il nostro prossimo viaggio.

Viaggio, che iniziavamo a programmare ancora prima di ritornare a casa da quello in corso, ogni viaggiatore sa di cosa parlo!

Il nostro lavoro, ci permetteva di fare una bella vita senza difficoltà economiche.

Quello che facevamo non ci piaceva per nulla, noi, due anime libere, soffrivamo nel fare un anonimo lavoro di ufficio che non regalava mai un’emozione e una soddisfazione.

Una serie di eventi ci hanno fatto capire che non era così che volevamo continuare a vivere.

Era l’ora di mettere la parola fine a quella vita e iniziarne una nuova.

Unico Bagaglio, L’Affetto

Che Bello ! beati voi, avete fatto bene, che scelta meravigliosa.

Tutti quelli con cui abbiamo parlato della nostra scelta ci dicono le stesse cose, ma in quanti lo pensano veramente?

Pochissimi hanno avuto il coraggio di dire, ma siete matti ? avete lasciato ogni certezza per una vita da sballati chissà dove.

Di quello che pensa la gente, non ci è mai importato molto, siamo sempre andati controcorrente, sfidando i benpensanti e l’ipocrisia, però ci sarebbe piaciuto poter avere un dibattito, provare a spiegare la nostra idea e il nostro modo di vedere la vita .

Quello di cui siamo certi è l’affetto e la vicinanza dei nostri famigliari e amici, quelli veri, che sono e saranno con noi per sempre .

Non ci importa lasciare la nostra casa, la nostra terra, le nostre abitudini, tutto si può ricostruire, comprare e imparare.

Di lasciare tutto l’amore che abbiamo intorno, ci importa eccome, sappiamo bene che l’affetto vero e sincero è l’unica cosa che non si può sostituire ne cercare altrove, quindi lo porteremo via con noi come nostro unico bagaglio

A piccoli passi …

Abbiamo lavorato per mesi a questo progetto di espatrio, noi sempre impulsivi e sanguigni, per una volta abbiamo fatto le cose a piccoli passi, valutando e soppesando ogni decisione.

Perché abbiamo scelto proprio L’Indonesia ?

Perché ci s’innamora di una persona piuttosto che di un’altra ? difficile da spiegare, vi possiamo solo dire che ogni volta che abbiamo toccato il suolo di questa terra noi ci siamo sempre sentiti a casa. 

Karimunjawa, Bru e Gat isolani
Karimunjawa, Bru e Gat isolani

Tra le tante definizioni lette sul Indonesia, questa è quella che secondo noi la descrive meglio:

Una terra fatta da molte isole disseminate su uno spazio enorme, più mare che terra, isole ribollenti di fuoco, affollate come nessuna o solitarie selvagge e inesplorate, il più immenso arcipelago del mondo;

Ogni Isola è un Mondo, ogni Mondo sembra una fiaba, ogni fiaba ha un fondo di magia tutta da scoprire .

Tutti i miei perché

Perché una vita a Bali ? cosa mi ha portato a vivere dall’altro lato del mondo, non ho mai saputo dare una risposta precisa a questa domanda.

Con Bali ho un rapporto molto particolare, è un’isola favolosa e la adoro, mi emoziona sempre tanto, però a volte mi sento *sfurze’ divento insofferente e l’isola improvvisamente diventa troppo stretta, allora devo scappare verso nuovi spazi, per poi dopo pochi giorni desiderare di ritornare.

Si narra che Bali sia un’isola d’incantesimi e magie e che sia lei a sceglierti, mi piace pensare che sia vero.

La mia casa e il mio cuore sono a Bali, ma allo stesso tempo sono anche in Italia, e forse ne ho lasciato un pezzetto in ogni luogo dove sono stata.

Purtroppo o per fortuna questo cuore nomade si adatta quasi a ogni posto nel mondo.

Bali è solo uno dei tanti passaggi e spostamenti che ho fatto nel corso della mia vita, un giorno forse saluterò quest’isola per sempre.

Porterò via con me questa incredibile esperienza indonesiana, fatta da un insieme di momenti, persone e cose.

*sfurze’ =sforzata felice, termine inventato dai miei amici apposta per me

Logo Indonesia con Bru
Logo Indonesia con Bru
I pensieri sono come le onde del mare,vanno,vengono,si increspano, spumeggiano, si infrangono,svaniscono.
(R. Battaglia)

Bru

Perché ti chiami Bru ? me lo chiedono spesso, tutti pensano che sia un diminutivo di Bruna o Brunella, non è cosi, il mio vero nome è Cinzia, adesso vi racconto la storia di Bru.

Questo soprannome è nato dalla mente del mio compagno di vita, viaggi, scelte e avventure, il mitico Mauro.

Una sera, dopo che l’avevo costretto a guardare uno di quei film sciocchi che a me tanto divertono; “una bionda in carriera “ dove la protagonista, una bionda un po’svanita, portava avanti una battaglia per la sua carriera in compagnia del suo amato cagnolino…

Ah ecco penserete, sei la bionda del film, No!

Bru , storia di una bionda
Bru , storia di una bionda

Secondo Mauro io avevo affinità con il cagnolino chihuahua di nome Bruiser ! Senza indagare oltre sulle somiglianze mi tenni lo strano e buffo soprannome.

Fino a quando Brusen, divenne anche il nickname che usai per registrarmi a un famoso e seguitissimo forum di viaggi, di cui in seguito diventai moderatrice, negli anni per tutti diventai “Bru la viaggiatrice” e feci mio lo slogan:

Mai sottovalutare una bionda.

Adesso sapete chi sono io !

Ci divertiamo a costruire un viaggio insieme!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...